Audio On Demand per utenti, editori ed inserzionisti

DigitalMDE

Forniamo ai nostri Business Partner competenze e tecnologie con cui possono predisporre la loro Digital Audio Strategy, cogliendo tutte le molteplici opportunità che il Digital Audio offre oggi.

DigitalMDE: We Love Audio!

01.Campi di applicazione

 

Broadcasting

La Radio eroga già contenuti in streaming: soluzioni tecnologiche affidabili e un affiancamento professionale permettono ad editori e concessionarie di valorizzare ed ampliare il bacino pubblicitario digitale.

Scopri di più >

Advertising

Il Digital Audio è un media poco conosciuto e valorizzato ma che permette sia di raggiungere pregiate audience targettizzate, sia di costruire progetti di comunicazione innovativi.

Scopri di più >

Publishing

Gli editori impiegano testi e immagini, ma per raggiungere sempre e ovunque gli utenti è necessario utilizzare anche l’unico linguaggio che può essere fruito a schermo spento: l’audio.

Scopri di più >

02.Digital Audio

 

01.Campi di applicazione

Broadcasting

La Radio già eroga contenuti in streaming: soluzioni tecnologiche affidabili e un affiancamento professionale permettono ad editori e concessionarie di valorizzare ed ampliare il bacino pubblicitario digitale.

Scopri di più >

Advertising

Il Digital Audio è un media poco conosciuto, poco valortizzato ma che permette sia di raggiungere audience targettizzate pregiate, sia di costruire progetti di comunicazione innovativi

Scopri di più >

Publishing

Gli editori utilizzano testi e immagini, ma per raggiungere sempre e ovunque gli utenti è necessario utilizzare anche l’unico linguaggio che puo essere fruito a schermo spento: l’audio.

Scopri di più >

02.Digital Audio

II consumo di Digital Audio è in costante aumento a fronte della crescente adozione di stili di vita “Mobile” e “Always-Connected” da parte degli italiani, in cui l’audio svolge un ruolo sempre più centrale.

03.News

 

03.News

Justin B. Smith – CEO, Bloomberg Media Group

“The future of media is for those who are brave enough to really innovate”